ULTIMI TEMPI


 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi
Ultimi argomenti
» se donerai un sorriso
Sab Ott 19, 2013 6:09 pm Da filippo

» una stella ti fa ricordare
Ven Ott 11, 2013 10:02 pm Da filippo

» dona l'amore
Ven Ott 11, 2013 9:12 pm Da filippo

» un ricordo
Gio Ott 10, 2013 9:14 pm Da filippo

» il cielo e il sole e il mare
Gio Ott 10, 2013 9:14 pm Da filippo

» LADRO DEL TEMPO
Gio Ott 10, 2013 7:00 pm Da filippo

» TORNADO MOSTRO IN USA
Sab Ott 05, 2013 5:38 pm Da filippo

» GUARDAVO LA BELLEZZA
Ven Ott 04, 2013 9:35 pm Da filippo

» INGHILTERRA, USA, AUSTRALIA, CANADA SONO PEGGIO DI SODOMA
Mer Ott 02, 2013 7:36 pm Da filippo

» QUANDO IL TUO CUORE
Mar Ott 01, 2013 3:10 pm Da filippo


contatori internet

http://www.finedeitempi.altervista.org/

 

http://www.peterjamesx.com/

Chi è online?
In totale ci sono 2 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 2 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 98 il Mer Nov 26, 2014 10:00 pm

Condividi | 
 

 CiINQUANT’ANNI NELLA CHIESA DI ROMA DI CHARLES CHINIQUY

Andare in basso 
AutoreMessaggio
filippo

avatar

Data d'iscrizione : 27.01.10
Età : 38

MessaggioTitolo: CiINQUANT’ANNI NELLA CHIESA DI ROMA DI CHARLES CHINIQUY   Sab Giu 04, 2011 1:04 pm

DEDICA
Ministri Venerabile del Vangelo! Roma è il grande pericolo in anticipo per la Chiesa di Cristo, e non lo capisco abbastanza.
L'atmosfera di luce, di onestà, verità e di santità in cui siete nati, e che avete respirato dalla tua infanzia, rende quasi impossibile per te capire i misteri oscuri di idolatria, l'immoralità, la schiavitù degradante, l'odio della Parola di Dio, nascosto dietro le mura di quella moderna Babilonia. Tu sei troppo onesto per sospettare di loro, e il vostro prezioso tempo è troppo presa dal sacri doveri del vostro ministero, per studiare il lungo labirinto di argomentazioni che costituiscono la maggior parte del maggior numero di libri controversi. Oltre a ciò, la maggior parte dei libri di polemica contro la Roma sono di un personaggio così secco che, anche se molti cominciano a leggerli, pochissimi hanno il coraggio di andare fino in fondo. La conseguenza è una ignoranza di romanità che si fa e più deplorevole e fatale ogni giorno.
E 'che l'ignoranza che apre la strada al trionfo di Roma, in un prossimo futuro, se non c'è un cambiamento totale di la tua opinione su questo argomento.
E 'che l'ignoranza che paralizza il braccio della Chiesa di Cristo, e rende la gloriosa parola "protestante" senza senso, quasi una parola morta e ridicolo. Per chi ha veramente protestare contro Roma, oggi? Dove sono quelli che suono la tromba di allarme?
Quando Roma si colpisce al cuore da maledire vostre scuole e straziante la Bibbia dalle mani dei vostri figli, quando lei non è solo percosse vostre porte, ma scalare le pareti e storming tuoi palazzi, come pochi hanno il coraggio di andare per la violazione e respingere il nemico audace e sacrilega?
Perché? Perché i protestanti moderni non solo hanno dimenticato quello che Roma fu, quello che è, e quello che sarà per sempre, il nemico più inconciliabile e potente del Vangelo di Cristo, ma che la considerano quasi come una succursale della chiesa la cui pietra angolare è Cristo.
fedeli ministri del Vangelo! Vi presento questo libro, che tu sappia che il mostro Chiesa di Roma, che hanno sparso il sangue dei vostri antenati è ancora al lavoro per giorno, alla tua porta molto, di incatenare il vostro popolo ai piedi dei suoi idoli. Leggetelo, e, per la prima volta, vedrà la vita all'interno del papato con la precisione della fotografia. Dall'arte supremo con cui la mente del bambino piccolo e timido è incatenata, incatenato, e paralizzato, al degrado indicibile della sacerdote sotto il tallone di ferro del vescovo, tutto sarà rivelato a voi come non è mai stato prima.
Le superstizioni, le pratiche ridicole e umilianti, le angosce segrete e mentale dei monaci, le suore ei sacerdoti, saranno mostrati come non sono mai stati mostrati prima. In questo libro, i sofismi e gli errori di romanità sono discussi e confutati con una chiarezza, semplicità, e le prove, che i miei 25 anni di sacerdozio solo mi potesse insegnare. Non è in vantandosi che lo dico. Non ci può essere che vanta in me per essere stato tanti anni uno schiavo abietto del papa. Il libro che vi proponiamo è un arsenale pieno di armi migliori che abbia mai avuto a combattere, e, con l'aiuto di Dio, per conquistare il nemico.
Il campione del dotto e zelante del protestantesimo in Gran Bretagna, Rev. Dr. Badenoch, che ha rivisto il manoscritto, ha scritto ad un amico: "Io non credo che ci sia un lavoro protestante più emozionante di interesse e più importante al momento attuale. Non è solo piena di incidenti, ma anche di argomenti dalla parte della verità con tutte le classi di Romaninsts, dai vescovi al parroco. Non conosco il lavoro che dà modo graficamente le sorgenti della vita cattolica romana, e, a Nel contempo, incontra le obiezioni plausibile al protestantesimo in ambito cattolico romano. vorrei, con tutto il cuore, che questo lavoro sarebbe stato pubblicato in Gran Bretagna. "
Il venerabile, apprese e così noto Rev. Dr. Kemp, preside della Facolta 'le signorine', di Ottawa, in Canada, solo pochi giorni prima della sua prematura scomparsa ha scritto: "Il signor Chiniquy ha presentato ogni capitolo del suo` 50 anni anni nella Chiesa di Roma 'a me:. L'ho letta con attenzione e con profondo interesse, e mi raccomando al favore del pubblico in termini il più alto è l'unico libro so che dà qualcosa come una piena e autentica conto del funzionamento interno del papato in questo continente, e così smaschera efficacemente la sua pretesa di santità. Oltre ai casi più interessanti biografico, contiene confutazioni incisiva delle ipotesi più plausibili ed errori mortali della Chiesa Romana. E 'ben dotata di risvegliare protestanti ai disegni insidioso del nemico della loro fede e le libertà e di suscitare ad una decisa opposizione. E 'scritto in uno spirito gentile e cristiano, non indulgere in denunce, e, mentre parla in verità, lo fa così in amore. Il suo stile è vivace e il suo buon inglese, con solo un delicato sapore di francese nativa dell'autore. "
AI VESCOVI, sacerdoti e popolo di Roma, questo libro è anche dedicato.
In nome della vostra anima immortale, chiedo a voi, cattolici romani, per leggere questo libro.
Per la misericordia di Dio, sarà bene, nelle sue pagine, come stai crudelmente ingannati dai vostri tradizioni vani e bugiardi.
Vedrete che non è attraverso la vostra cerimonie, messe, confessioni, il purgatorio, le indulgenze, digiuni, ecc., Si sono salvati. Non hai nulla da fare, ma di credere, pentirsi, e di amore.
La salvezza è un dono! La vita eterna è un dono! Il perdono del peccato è un regalo! Cristo è un dono!
Indice dei contenuti
Capitolo 1 La Bibbia e il sacerdote di Roma
Capitolo 2 Il mio primo Schooldays a St. Thomas - The Monk e celibato
Capitolo 3 La Confessione dei bambini
Capitolo 4 Il pastore per le sue pecore Whipped
Capitolo 5 Il Sacerdote, il Purgatorio, e Cow la povera vedova
Capitolo 6 Festa in una canonica
Capitolo 7 La preparazione alla Prima Comunione - Iniziazione all'idolatria
Capitolo 8 La Prima Comunione
Capitolo 9 Istruzione intellettuale nel Collegio Romano Cattolica
Capitolo 10 Morale e religione nelle università cattolica romana
Capitolo 11 I bambini protestanti nei conventi e monasteri femminili di Roma
Capitolo 12 Roma e l'istruzione - Perché la Chiesa di Roma, odio le Scuole comune degli Stati Uniti, e si vuole distruggerli? Perché lei opporsi alla lettura della Bibbia nelle scuole?
Capitolo 13 Teologia della Chiesa di Roma: il suo carattere anti-cristiano
Capitolo 14 Il voto di celibato
Capitolo 15 Le impurità di Teologia di Roma
Capitolo 16 I preti di Roma e dei Santi Padri, o, come ho giurato di rinunciare alla Parola di Dio a seguire la parola di uomini
Capitolo 17 Il romano sacerdozio cattolico, o idolatria antica e moderna
Capitolo 18 Nove Conseguenze del dogma della Transustanziazione - Il Paganesimo vecchia con un nome cristiano
Capitolo 19 Vicarage vita, e al San Carlo, Boyer Rivierre
Capitolo 20 Papineau ed i Patriots nel 1833 - L'incendio di "Le Canadien" da parte del parroco di San Carlo
Capitolo 21 Cena Gran Sacerdoti - La sorella di Maniac reverendo Perras
Capitolo 22 Sono nominato Vicario del curato di Charlesbourgh - La Pietà, vite e le morti dei Padri Bedard e Perras
Capitolo 23 Il morbo di colera del 1834 - ammirevole coraggio e l'abnegazione dei preti di Roma durante l'epidemia
Capitolo 24 Sono nominato vicario di San Rocco, Quebec City - Il reverendo Têtu - Tertulliano - General Cargo - L'pelli di foca
Capitolo 25 Simonia - Traffico Strange e sacrilego nella S0-chiamato Corpo e Sangue di Cristo - enormi somme di denaro fatta dalla vendita delle masse - La Compagnia di tre masse abolito, e la Società di una massa stabiliti
Capitolo 26 Continuazione del commercio nelle Messe
Capitolo 27 Quebec Marine Hospital - la prima volta ho portato il "Bon Dieu" (la wafer dio) nel mio Vest Pocket - Il Gran Soiree Oyster a Mr. Buteau's - Il Rev. L. padre e la "Bon Dieu" presso il Oyster Soiree
Capitolo 28 Il dottor Douglas - la mia prima lezione sul Temperanza - Studio di Anatomia - Lavorare di alcool nel corpo umano - Il Assassino del proprio bambino - io per sempre abbandonare l'uso di bevande inebrianti
Capitolo 29 Le conversioni di protestanti alla Chiesa di Roma - Rev. Anthony Parent, Superiore del Seminario di Québec; suo peculiare modo di trovare l'accesso ai protestanti e li porta alla Chiesa Cattolica - Come ha spie i protestanti attraverso la Confessional - I persuadere Ninety-tre famiglie di diventare cattolici
Capitolo 30 I delitti e furti in Quebec dal 1835-1836 - L'escursione notturna con due ladri - La restituzione - L'Alba di Luce
Capitolo 31 Chambers ed i suoi complici condannato a morte - mi ha chiesto di prepararli al loro terribile destino - una settimana nella loro Dungeon - La loro condanna a morte trasformata in Deportazione a Botany Bay - la loro partenza di esilio - mi capita di incontrare uno di loro un convertito sincero, molto ricco, in una posizione alta e onorevole in Australia, nel 1878
Capitolo 32 I miracoli di Roma - L'attacco di febbre tifoidea - Apparizione di S. Anna e S. Philomene - My Sudden Cure - Mons il parroco di S. Anna du Nord,. Ranvoize, quasi un protestante dissimulata
Capitolo 33 La mia nomina a parroco di Beauport - Degrado e rovina di quel luogo attraverso ubriachezza - la mia opposizione alla mia nomina inutile - Preparazione di stabilire una Temperance Society - scrivo a Padre Mathew per un consiglio
Capitolo 34 La mano di Dio nella creazione di una società in Beauport Temperanza e Vicinity
Capitolo 35 Fondazione della Società di temperanza nelle Parrocchie limitrofe - provvidenziale arrivo di Mons. de Forbin Janson, Vescovo di Nancy - che difende pubblicamente io contro il vescovo di Quebec e per sempre Breaks l'opposizione del Clero
Capitolo 36 Il Dio di Roma mangiato dai topi
Capitolo 37 Visita di un protestante Stranger - getta una freccia verso la mia anima sacerdotale non è mai di essere portato fuori
Capitolo 38 Erezione della Colonna della Temperanza - edifici scolastici - Un atto nobile e commovente del popolo di Beauport
Capitolo 39 Inviati di riuscire reverendo Varin, Curato di Kamouraska - Stern di opposizione che curato e il Preti circostante e le persone - Ore di Desolation in Kamouraska - Lo buon maestro mitiga la Tempesta e offerte le onde essere ancora
Capitolo 40 Organizzazione delle società Temperanza in Kamouraska Paese e dintorni - La ragazza nella veste di un uomo nel servizio dei curati del Quebec e Éboulements - spaventato dagli scandali vedere ovunque - dare la mia Parrocchia di Kamouraska ad aderire al "Oblati di Maria Immacolata di Longueuil "
Capitolo 41 Perversione del Dr. Newman alla Chiesa di Roma alla luce delle sue spiegazioni proprio, il buon senso e la Parola di Dio
Capitolo 42 Noviziato nel convento degli Oblati di Maria Immacolata di Longueuil - alcuni degli atti Mille della follia e idolatria che costituiscono la vita di un monaco - La caduta deplorevole di uno dei Padri - Caduta del Vicario Grand Quiblier - Malato in Hotel Dieu di Montreal - Suor Urtubise: quello che lei dice di Maria Monk - I due missionari agli Uomini Lumber - Caduta e la repressione di un Oblato Padre - Che uno dei migliori del Padre Oblati pensa dei monaci e dei il Monastero
Capitolo 43 Accetto l'ospitalità del Sig. Rev. Brassard di Longueuil - do il mio motivi per lasciare le Oblate al vescovo Bourget - Lui mi presenta con uno splendido Crocefisso benedetto da Sua Santità per me, e accetta i miei servizi per la causa della Temperanza nella Diocesi di Montreal
Capitolo 44 I preparativi per l'ultimo conflitto - Wise Counsel, lacrime e sofferenza di Padre Mathew - Longueuil il primo ad accettare la grande riforma della Temperanza - l'intero distretto di Montreal, St. Hyacinthe e Three Rivers Conquistata - La città di Montreal con la Sulpiziani prendere il Pledge - Medaglia d'oro - Ufficialmente chiamato apostolo della Temperanza in Canada - Regalo di $ 500 da parte del Parlamento
Capitolo 45 Il mio discorso della Vergine Maria - I complimenti del vescovo Prince - Stormy Night - Primo seri dubbi circa la Chiesa di Roma - Fedeli Dibattito con il Vescovo - I Santi Padri oppone al culto moderno della Vergine - The Branches della Vite
Capitolo 46 I Santi Padri - New Mental Problemi di non trovare il Doctines della mia Chiesa nei loro scritti - Purgatorio e il maialino da latte del Poverello di Varennes
Capitolo 47 Lettera del Vescovo Mons. Vandeveld, di Chicago - Vasta Progetto del vescovo degli Stati Uniti a prendere possesso della ricca valle del Mississippi e le praterie del West l'articolo che la Gran Repubblica - Loro vogliono mettermi a mio il cuore del lavoro - Lezioni sul mio Temperanza a Detroit - intemperanza dei Vescovi e dei sacerdoti di quella Città
Capitolo 48 La mia visita a Chicago nel 1857 - Vescovo Vandeveld - Il suo predecessore Poisoned - Praterie Magnifico del West - Ritorno a Canada - cattive sensazioni del vescovo Bourget - io declino l'invio di una donna ricca per il Monastero di arricchire il Vescovo - - Un complotto per distruggere me
Capitolo 49 Il complotto per distruggere me - dell'interdetto - The Retreat nel Collegio dei Gesuiti - The Lost Girl, di cui il Vescovo, si ritrae - Il diavolo di Bishop, vede la sua ingiustizia, fa ammenda - Lettere Testimonial - Il Calice - - La Benedizione prima di lasciare il Canada
Capitolo 50 Indirizzo me presentato a Longueuil - arrivo a Chicago - scelgo il posto per la mia colonia - mi costruire la prima cappella - Gelosia e opposizione dei Sacerdoti del Bourbounais e Chicago - Grande successo della Colonia
Capitolo 51 Intrighi, imposture, e penale, la vita dei sacerdoti in Bourbounais - Indignazione del Vescovo - Il Popolo ignominiosamente spegnere le Sacerdote penale da loro Parish - Terribili Scandal - La fede nella Chiesa di Roma gravemente scosso
Capitolo 52 La corrispondenza con il vescovo
Capitolo 53 L'Immacolata Concezione di Maria Vergine
Capitolo 54 Gli abomini della confessione auricolare
Capitolo 55 The Retreat Ecclesiastica - Svolgimento dei Sacerdoti - Il Vescovo mi vieta di distribuire la Bibbia
Capitolo 56 Atti pubblici di simonia - Furti e brigantaggio del Vescovo O'Regan - Generale Cry di indignazione - a determinare a resistergli in faccia - Egli impiega Mr. Spink nuovamente a mandarmi in galera, e lui non riesce - Drags me come un prigioniero a Urbana nella primavera del 1856, e non è riuscito ancora una volta - Abraham Lincoln mi difende - Mia cara Bibbia diventa più che mai la mia luce e mia Consigliere
Capitolo 57 Vescovo O'Regan vende la Canonica dei canadesi francesi di Chicago, tasche i soldi, e li trasforma quando vengono a lamentarsi - Egli determina a sua volta dalle mie Colony e mandarmi a Kahokia - Lui si dimentica la prossima giorno e pubblica che mi ha interdetto - My People inviare una deputazione al Vescovo - le sue risposte - La scomunica Sham da tre sacerdoti Drunken
Capitolo 58 Indirizzo presso il mio popolo, mi chiede di rimanere - Sono di nuovo trascinato come un prigioniero dallo sceriffo di Urbana - Ansia Abramo Lincoln in merito alla questione della procura - la mia angoscia - The Rescue - Miss Philomene Moffat mandato da Dio per salvare me - Lebel Confessione e Distress - My Innocence riconosciuto - nobili parole e la condotta di Abramo Lincoln - Il giuramento di Miss Philomene Moffat
Capitolo 59 Un minuto di interruzione del filo della mia "Anni 50 anni nella Chiesa di Roma," per vedere come la mia Previsioni detto circa il mio difensore, Abraham Lincoln, dovevano essere realizzati - Roma il nemico implacabile degli Stati Uniti
Capitolo 60 I principi fondamentali della Costituzione degli Stati Uniti tratto dal Vangelo di Cristo - La mia prima visita ad Abramo Lincoln per avvertirlo delle trame sapevo contro la sua vita - i sacerdoti circolare la notizia che Lincoln era nato nella Chiesa di Roma - Lettera del Papa a Jeff Davis - la mia ultima visita al presidente - il suo riferimento ammirevole a Mosè - La sua volontà di morire per amore del suo Nazione
Capitolo 61 Abraham Lincoln, un vero uomo di Dio, e un vero discepolo del Vangelo - L'assassinio di Booth - Lo strumento dei Preti - John Surratt's House - The Place Rendezvous e dimora dei sacerdoti - John Surratt Secreta dal I sacerdoti dopo l'assassinio di Lincoln - L'assassinio di Lincoln noti e pubblicati nelle tre ore prima della sua comparsa Città
Capitolo 62 Deputazione di due sacerdoti inviati dal popolo e ai Vescovi del Canada di persuaderci a sottomettersi alla volontà del vescovo - I deputati riconoscono pubblicamente che il Vescovo è sbagliato e che noi abbiamo ragione - Per amor di pace 'esprimo il consenso al ritiro dal concorso, a determinate condizioni accettate dal Deputati - Uno di quei deputati si falsa la sua promessa, e tradisce noi, per essere messo a capo del mio Colony - Il mio ultimo colloquio con lui e il signor Brassard
Capitolo 63 Mr. Desaulnier è nominato Vicario Generale di Chicago per schiacciarci - Le nostre persone più uniti che mai per difendere i loro diritti - Lettere dei Vescovi di Montreal contro di me e la mia risposta - Mr. Brassard costretto, contro la sua coscienza, a condannare noi - La mia risposta al signor Brassard - scrive per chiedere scusa
Capitolo 64 Scrivo per il Papa Pio IX, e di Napoleone, imperatore di Francia, e di trasmettere loro i documenti pubblici e legali comprovanti la cattiva condotta del vescovo O'Regan - Grand-Vicario Dunn inviati a dirmi della mia vittoria a Roma, e la fine della nostra Trouble - vado a Dubuque di offrire la mia sottomissione al Vescovo - Il Sealed Pace e pubblicamente proclamato dal Grand-Vicario Dunn il 28 marzo 1858
Capitolo 65 Testimonianza eccellente dal mio Vescovo - il mio ritiro - Grand-Vicario Saurin e il suo assistente, Rev. M. Granger - Grand-Vicario Dunn mi scrive a proposito del nuovo Storm preparato dai gesuiti - Vision - Cristo si offre come uno Gift - Sono Forgiven, Rich, Happy e salvati - Torna al mio popolo
Capitolo 66 La Responsabilità solenni della mia nuova posizione - Diamo il nome di cattolica romana di chiamarci cristiani cattolici - costernazione dei vescovi cattolici romani - Mio Signore Duggan, coadiutore di St. Louis, si affretta a Chicago - ha viene a S. Anna di persuadere il popolo a sottomettersi alla sua autorità - Egli è vergognosamente scoperto, e scappa in mezzo le grida del Popolo
Capitolo 67 Vista a volo d'uccello dei principali eventi dalla mia conversione a questo giorno - My fughe strette - La fine del viaggio attraverso il deserto verso la Terra Promessa
CAPITOLO 1
Mio padre, Charles Chiniquy, [pronunciata, "Chi-ni-banchina"], nato nel Quebec, aveva studiato nel Seminario Teologico di quella città, per prepararsi al sacerdozio. Ma pochi giorni prima di prendere i voti, essendo stata la testimonianza di una grande iniquità nei quartieri alti della chiesa, ha cambiato idea, ha studiato legge, ed è diventato un notaio.
Sposato con Reine Perrault, figlia di Mitchel Perrault, nel 1803 si stabilì in un primo momento in Kamoraska, dove sono nato il 30 luglio del 1809.
Circa quattro o cinque anni più tardi i miei genitori emigrarono Murray Bay. Quel luogo era allora nella sua infanzia, e nessuna scuola era ancora stata stabilita. Mia madre era, quindi, il mio primo maestro.
Prima di lasciare il seminario di Quebec mio padre aveva ricevuto da uno dei superiori, come segno della sua stima, una bella francese e latino della Bibbia. Bibbia che fu il primo libro, dopo la ABC, in cui è stato insegnato io a leggere. Mia madre scelto i capitoli che lei considerava il più interessante per me, e li ho letti tutti i giorni con la massima attenzione e piacere. Sono stato anche molto soddisfatto di diversi capitoli, che li ho letti più e più volte finché non li conosceva a memoria.
Quando otto o nove anni, avevo imparato a memoria la storia della creazione e della caduta dell'uomo, il diluvio, il sacrificio di Isacco, la storia di Mosè, le piaghe d'Egitto, il sublime inno di Mosè dopo aver attraversato il Rosso Sea, la storia di Sansone, gli eventi più interessanti della vita di Davide, alcuni salmi, tutti i discorsi e le parabole di Cristo, e tutta la storia delle sofferenze e della morte del nostro Salvatore, come narrato da John.
Ho avuto due fratelli, Luigi e Achille: la prima di quattro, il secondo circa otto anni più giovane di me. Quando stavano dormendo o giocando insieme, quante ore deliziosa ho trascorso a fianco di mia madre, nella lettura a lei le pagine del libro sublime divino.
A volte lei mi ha interrotto, per vedere se ho capito quello che ho letto, e quando le mie risposte le fece certo che ho capito, ha usato a baciarmi e mi preme sul petto come espressione della sua gioia.
Un giorno, mentre leggevo la storia delle sofferenze del Salvatore, il mio giovane cuore era tanto impressionato che non riuscivo a enunciare le parole, e la mia voce tremava. Mia madre, percependo la mia emozione, ha cercato di dire qualcosa su l'amore di Gesù per noi, ma non riusciva a pronunciare una parola - la sua voce era soffocata dai singhiozzi. Appoggiò la testa sulla mia fronte, e sentii due torrenti di lacrime che cadono dagli occhi sulle guance. Io non sono riuscito a trattenermi più a lungo. Ho pianto anche, e le mie lacrime si mescolavano con la sua. Il libro sacro mi cadde dalle mani, e mi sono buttato nelle braccia di mia madre caro.
Nessuna parola umana può esprimere quello che sentiva nella sua anima e nel mio in quel momento più benedetto! No! Non dimenticherò mai quel momento solenne, quando il cuore di mia madre era perfettamente miscelati con la mia ai piedi del nostro morire Salvatore. C'era un profumo vero e proprio dal cielo in lacrime quelle di mia madre che sono stati scorre su di me. Sembrava allora, come mi sembra, oggi, che vi era un armonia celeste nel suono della sua voce e in singhiozzi. Anche se più di mezzo secolo è trascorso da quel momento solenne in cui Gesù, per la prima volta, mi ha rivelato qualcosa della sua sofferenza e del suo amore, il mio cuore sussulta di gioia ogni volta che ci penso.
Siamo stati una certa distanza dalla chiesa, e le strade, nei giorni di pioggia, sono stati molto cattivi. Nei giorni di sabato i contadini vicini, incapace di andare in chiesa, sono stati abituati a raccogliere nella nostra casa la sera. Poi i miei genitori di lasciarmi su un grande tavolo in mezzo all'assemblea, e ho consegnato a quella brava gente delle parti più belle del Vecchio e Nuovo Testamento. L'attenzione senza fiato, gli applausi dei nostri ospiti, e - posso dirlo - spesso le lacrime di gioia che mia madre ha cercato invano di nascondere, sostenuto la mia forza e mi ha dato il coraggio che volevo, di parlare, quando così giovani prima di così tante persone. Quando i miei genitori, visto che ero stanco, mia madre, che aveva una bella voce, ha cantato alcuni degli inni bella francese con cui è stato riempito la sua memoria.
Più volte, quando il bel tempo mi ha permesso di andare in chiesa con i miei genitori, i contadini mi avrebbe portato nella loro CALECHES (buggy) alla porta del tempio, e chiedere a me di dare loro qualche capitolo del Vangelo. Con una attenzione più perfetta hanno ascoltato la voce del bambino, che il buon maestro aveva scelto di dare loro il pane che discende dal cielo. Più di una volta, mi ricordo che, quando la campana ci ha chiamati alla chiesa, hanno espresso il loro rammarico che non potevano sentire di più.
In una delle belle giornate di primavera del 1818 mio padre è stato iscritto nel suo ufficio, e mia madre stava lavorando con l'ago, cantando uno dei suoi inni preferiti, e io ero alla porta, giocare e parlare con un pettirosso multa che ho avuto così perfettamente addestrati, che mi ha seguito ovunque andassi. Tutto ad un tratto ho visto il prete avvicinarsi al cancello. La vista di lui ha inviato un brivido di disagio attraverso la mia intera struttura. Era la sua prima visita a casa nostra.
Il prete era una persona al di sotto della statura comune, e aveva un aspetto sgradevole - le sue spalle erano grandi e lui era molto corpulento, i suoi capelli lunghi e spettinati, e il suo doppio mento sembrava gemono sotto il peso del suo afflosciamento delle guance.
Ho fretta corse alla porta e sussurrò ai miei genitori ", M. le Curato arrivare (" Il signor Curato è in arrivo "). L'ultimo suono non era certo dalla mia bocca quando il reverendo Courtois era alla porta , e mio padre, stringendo la mano a lui, gli diede il benvenuto.
Questo sacerdote è nato in Francia, dove aveva scampata bella, essendo stato condannato a morte sotto l'amministrazione sanguinosa di Robespierre. Aveva trovato un rifugio, con molti altri sacerdoti francesi, in Inghilterra, da dove è venuto a Quebec, e il vescovo di quel luogo aveva dato la carica della parrocchia di Murray Bay.
La sua conversazione era animata e interessante per il primo quarto d'ora. E 'stato un vero piacere ascoltarlo. Ma ad un tratto il suo volto cambiato, come se una nube scura era venuto sulla sua mente, e smise di parlare. I miei genitori si erano tenuti in riserva rispettoso con il sacerdote. Sembrava non avere la mente altro che ascoltarlo. Il silenzio che seguì fu molto spiacevole per tutte le parti. Sembrava l'ora pesante che precede una tempesta. Alla fine il sacerdote, affrontando la mia fede, disse: "Signor Chiniquy, è vero che voi e il vostro bambino leggere la Bibbia?"
"Sì, signore," fu la risposta rapida, "il mio bambino e ho letto la Bibbia, e ciò che è ancora meglio, ha imparato a memoria un gran numero dei suoi capitoli più interessanti. Se voi lo permettete, signor Curato , lui vi darà alcuni di loro. "
"Non sono venuto a tale scopo", ha risposto bruscamente il sacerdote, "ma non sapete che è proibito dal santo Concilio di Trento a leggere la Bibbia in lingua francese."
"Si fa poca differenza per me se ho letto la Bibbia in francese, greco, o latino," rispose mio padre, "per la capisco queste lingue ugualmente bene."
"Ma tu sei ignorante del fatto che non si può permettere al bambino di leggere la Bibbia?" rispose il prete.
"Mia moglie dirige il proprio figlio nella lettura della Bibbia, e non riesco a vedere che abbiamo commesso alcun peccato, continuando a fare in futuro ciò che abbiamo fatto fino ad ora in quella materia."
"Mr. Chiniquy," replicò il sacerdote, "si sono passati attraverso un intero corso di teologia, si sa i doveri di un curato, tu sai che è mio dovere doloroso di venire qui, avere la Bibbia da voi e bruciarlo".
Mio nonno era un marinaio coraggioso spagnolo (il nostro nome originale era Etchiniquia), e c'era troppo sangue spagnolo e l'orgoglio di mio padre ad ascoltare una tale frase con pazienza in casa sua. Veloce come un fulmine stava in piedi. Mi preme, tremante, vicino a mia madre, che tremava anche.
In un primo momento ho temuto che qualche scena molto infelice e violento deve avvenire, per la rabbia di mio padre in quel momento è stato davvero terribile.
Ma c'era un'altra cosa che mi ha colpito. Io temeva che il sacerdote deve mettere le mani Bibbia caro mio, che è stato appena prima di lui sulla tavola, perché era mio, come lo era stato dato a me l'anno scorso come regalo di Natale.
Fortunatamente, mio padre si era sottomesso dopo il primo momento della sua rabbia. Era camminare per la stanza con un doppio passo-rapido; le sue labbra erano pallidi e tremanti, e lui era borbottando fra i denti che le sue parole erano incomprensibili a uno di noi.
Il sacerdote era osservando attentamente tutti i movimenti di mio padre, aveva le mani convulse premendo il bastone pesante, e la sua faccia stava dando la prova certa di un terrore troppo ben fondata. Era chiaro che l'ambasciatore di Roma non ha trovato se stesso infallibilmente sicuro della sua posizione sul terreno che aveva così stupidamente scelto di adottare, dato che le sue ultime parole era rimasto muto come una tomba.
Finalmente, dopo aver percorso la stanza per un tempo considerevole, mio padre si fermò improvvisamente davanti al sacerdote, e disse: "Signore, è che tutto quello che hai da dire."
"Sì, signore», disse il prete tremando.
"Bene, signore," ha aggiunto mio padre, "conosci la porta dalla quale hai inserito la mia casa:. Prega di prendere la stessa porta e andarsene in fretta"
Il sacerdote si spense immediatamente. Ho sentito una gioia inesprimibile quando ho visto che la mia Bibbia è sicura. Corsi al collo di mio padre, baciato e lo ha ringraziato per la sua vittoria. E a pagare lui, a mio modo infantile, sono saltato sulla tavola di grandi dimensioni e il recitato, nel mio stile migliore, la lotta tra Davide e Golia. Naturalmente, nella mia mente, mio padre era David e il sacerdote di Roma era il gigante che la pietra poco dal ruscello aveva abbattuto.
Tu sai, o Dio, che è per la Bibbia, letta sulle ginocchia di mia madre, debbo, per la tua infinita misericordia, la conoscenza della verità di oggi, che la Bibbia aveva inviato, a mio giovane cuore e intelligenza, raggi di luce che tutti i sofismi e gli errori oscuro della Roma non avrebbe mai potuto spegnere completamente.
CAPITOLO 2
Nel mese di giugno 1818, i miei genitori mi ha mandato a una scuola eccellente a St. Thomas. Una delle sorelle di mia madre vi risiedeva, che era la moglie di un mugnaio operoso chiamato Stephen Eschenbach. Essi non avevano figli, e mi hanno accolto come loro figlio.
Il bellissimo borgo di San Tommaso era già, in quel momento, una popolazione considerevole. I due fiumi ammenda che uniscono le loro acque rapido in mezzo ad essa molto prima di cadere nel bacino magnifico da cui confluiscono nel fiume San Lorenzo, forniva l'energia idrica per diversi mulini e fabbriche.
C'era in paese un notevole commercio di grano, farina e legname. Le attività di pesca sono stati molto redditizio, e il gioco è stato abbondante. La vita era molto piacevole e facile.
Le famiglie Tachez, Cazeault, Fournier, Dubord, Frechette, Têtu, Du-puis, Couillard, Duberges, che erano tra le più antiche e importanti del Canada, erano alla testa del movimento intellettuale e materiale del luogo, e sono stati un vero onore al nome del francese canadese.
Ho incontrato là con uno dei miei antenati da parte di mia madre, il cui nome era F. Amour des Plaines. Era un vecchio soldato e coraggioso, e che a volte ci mostrano le ferite che aveva ricevuto numerose nelle battaglie in cui egli aveva combattuto per il suo paese. Anche se da quasi ottant'anni, ha cantato per noi le canzoni dei bei tempi andati con tutta la vivacità di un giovane uomo.
La scuola di Mr. Allen Jones, al quale ero stato mandato, è stato degno della sua fama diffusa. Non avevo mai conosciuto un insegnante che meritava di più, o che hanno goduto di un grado più alto è il rispetto e la fiducia dei suoi allievi.
E 'nato in Inghilterra, e apparteneva a una delle famiglie più rispettabili lì. Aveva ricevuto la formazione migliore che l'Inghilterra potrebbe dare ai suoi figli. Dopo aver attraversato un percorso perfetto di studiare a casa, si era recato a Parigi, dove aveva anche seguito un corso accademico. Egli era perfettamente padrone della lingua francese e inglese. E non era senza buone ragioni che egli è stato circondato da un gran numero di studiosi provenienti da ogni angolo del Canada. I figli delle migliori famiglie di San Tommaso sono state, con me, frequentando la scuola di Mr. Jones. Ma, come era un protestante, il sacerdote era molto contrario a lui, e ogni sforzo è stato fatto da quel prete per indurre i miei parenti a portarmi via da quella scuola e mi mandi a quella sotto la sua cura.
Il nome del sacerdote era Loranger. Aveva un volto bruno, e di persona era magra e alta. La sua predicazione non aveva attrazione, ed era ben lungi dall'essere popolare fra la parte intelligente del popolo di San Tommaso.
Dr. Tachez, la cui alta capacità in seguito lo ha portato a capo del governo canadese, è stato il protagonista di San Tommaso. Essere uniti da legami di una sincera amicizia con il nipote, L. Cazeault, che poi fu posto a capo dell 'Università di Laval, in Quebec, ho avuto più opportunità di andare alla casa del signor Tachez, dove il mio giovane amico era fermo.
In quei giorni il dottor Tachez non aveva bisogno di 'influenza dei sacerdoti, e ha spesso dato sfogo alla sua disprezzo per loro. Una volta alla settimana c'è stata una riunione nella sua casa dei principali cittadini di San Tommaso, dove la più alta questioni della storia e della religione sono stati liberamente e caldamente discusso; ma le premesse e le conclusioni di queste discussioni furono invariably avverse ai sacerdoti e la religione di Roma, e troppo spesso ad ogni forma di cristianesimo.
Though these meetings had not entirely the character or exclusiveness of secret societies, they were secret to a great extent. My friend Cazeault was punctual in telling me the days and hours of the meetings, and I used to go with him to an adjoining room, from which we could hear everything without being suspected. From what I heard and saw in these meetings I most certainly would have been ruined, had not the Word of God, with which my mother had filled my young mind and heart, been my shield and strength. I was often struck with terror and filled with disgust at what I heard in those meetings. But what a strange and deplorable thing! My conscience was condemning me every time I listened to these impious discussions, while there was a strong craving in me to hear them that I could not resist.
There was then in St. Thomas a personage who was unique in his character. He never mixed with the society of the village, but was, nevertheless, the object of much respectful attention and inquiry from every one. He was one of the former monks of Canada, known under the name of Capucin or Recollets, whom the conquest of Canada by Great Britain had forced to leave their monastery. He was a clock-maker, and lived honourably by his trade. His little white house, in the very midst of the village, was the perfection of neatness.
Brother Mark, as he was called, was a remarkably well-built man; high stature, large and splendid shoulders, and the most beautiful hands I ever saw. His long black robe, tied around his waist by a white sash, was remarkable for its cleanliness. His life was really a solitary one, always alone with his sister, who kept his house.
Every day that the weather was propitious, Brother Mark spent a couple of hours in fishing, and I myself was exceedingly fond of that exercise, I used to meet him often along the banks of the beautiful rivers of St. Thomas.
His presence was always a good omen to me; for he was more expert than I in finding the best places for fishing. As soon as he found a place where the fish were abundant, he would make signs to me, or call me at the top of his voice, that I might share in his good luck. I appreciated his delicate attention to me, and repaid him with the marks of a sincere gratitude. The good monk had entirely conquered my young heart, and I cherished a sincere regard for him. He often invited me to his solitary but neat little home, and I never visited him without receiving some proofs of a sincere kindness. His good sister rivaled him in overwhelming me with such marks of attention and love as I could only expect from a dear mother.
There was a mixture of timidity and dignity in the manners of Brother Mark which I have found in on one else. He was fond of children; and nothing could be more graceful than his smile every time that he could see that I appreciated his kindness, and that I gave him any proof of my gratitude. But that smile, and any other expression of joy, were very transient. On a sudden he would change, and it was obvious that a mysterious cloud was passing over his heart.
The pope had released the monks of the monastery to which he belonged, from their vows of poverty and obedience. The consequence was that they could become independent, and even rich by their own industry. It was in their power to rise to a respectable position in the world by their honourable efforts. The pope had given them the permission they wanted, that they might earn an honest living. But what a strange and incredible folly to ask the permission of a pope to be allowed to live honourably on the fruits of one's own industry!
These poor monks, having been released from their vows of obedience, were no longer the slaves of a man; but were now permitted to go to heaven on the sole condition that they would obey the laws of God and the laws of their country! But into what a frightful abyss of degradation men must have fallen, to believe that they required a license from Rome for such a purpose. This is, nevertheless, the simple and naked truth. That excess of folly, and that supreme impiety and degradation are among the fundamental dogmas of Rome. The infallible pope assures the world that there is no possible salvation for any one who does not sincerely believe what he teaches in this matter.
But the pope who had so graciously relieved the Canadian monks from their vows of obedience and poverty, had been inflexible in reference to their vows of celibacy. From this there was no relief.
The honest desires of the good monk to live according to the laws of God, with a wife whom heaven might have given him, had become an impossibility the pope vetoed it.
The unfortunate monk was bound to believe that he would be for ever damned if he dared to accept as a gospel truth the Word of God which says:-
"Propter fornicationem autem, unusquisque uxorem suam habeat, unaquaque virum suum habeat. (Vulgate Bible of Rome.) Nevertheless to avoid fornication let every man have his own wife, and let every woman have her own husband." (I Cor. vii. 2.) That shining light which the world contains and which gives life to man, was entirely shut out from Brother Mark. He was not allowed to know that God himself had said, "It is not good that man should be alone, I will make him an help-meet for him" (Gen. ii. 18.) Brother Mark was endowed with such a loving heart! He could not be known without being loved; and he must have suffered much in that celibacy which his faith in the pope had imposed upon him.
Far away from the regions of light, truth and life, that soul, tied to the feet of the implacable modern Divinity, which the Romanists worship under the same name of Sovereign Pontiff, was trying in vain to annihilate and destroy the instincts and affections which God himself had implanted in him.
One day, as I was amusing myself, with a few other young friends, near the house of Brother Mark, suddenly we saw something covered with blood thrown from a window, and falling at a short distance from us. At the same instant we heard loud cries, evidently coming from the monk's house: "O my God! Have mercy upon me! Save me! I am lost!"
The sister of Brother Mark rushed out of doors and cried to some men who were passing by: "Come to our help! My poor brother is dying! For God's sake make haste, he is losing all his blood!"
I ran to the door, but the lady shut it abruptly and turned me out, saying, "We do not want children here."
I had a sincere affection for the good brother. He had invariably been so kind to me! I insisted, and respectfully requested to be allowed to enter. Though young and weak, it seemed that my friendly feelings towards the suffering brother would add to my strength, and enable me to be of some service. But my request was sternly rejected, and I had to go back to the street, among the crowd which was fast gathering. The singular mystery in which they were trying to wrap the poor monk, filled me with trouble and anxiety.
But that trouble was soon changed into an unspeakable confusion when I heard the convulsive laughing of the low people, and the shameful jokes of the crowd, after the doctor had told the nature of the wound which was causing the unfortunate man to bleed almost to death. I was struck with such horror that I fled away; I did not want to know any more of that tragedy. I had already known too much!
Poor Brother Mark had ceased to be a man -- he had become an eunuch!
O cruel and godless church of Rome! How many souls hast thou deceived and tortured! How many hearts hast thou broken with that celibacy which Satan alone could invent! This unfortunate victim of a most degrading religion, did not, however, die from his rash action: he soon recovered his usual health.
Having, meanwhile, ceased to visit him; some months later I was fishing along the river in a very solitary place. The fish were abundant and I was completely absorbed in catching them, when, on a sudden, I felt on my shoulder the gentle pressure of a hand. It was Brother Mark's.
I thought I would faint through the opposite sentiments of surprise, of pain and joy, which at the same time crossed my mind.
With an affectionate and trembling voice he said to me, "My dear child, why do you not any more come to see me?"
I did not dare to look at him after he had addressed me those words. I liked him on account of his acts of kindness to me. But the fatal hour when, in the street before the door, I had suffered so much on his account -- that fatal hour was on my heart as a mountain which I could not put away -- I could not answer him.
He then asked me again with the tone of a criminal who sues for mercy: "Why is it, my dear child, that you do not come any longer to see me? you know that I love you."
"Dear Brother Mark," I answered, "I will never forget your kindness to me. I will for ever be grateful to you! I wish that it would be in my power to continue, as formerly, to go and see you. But I cannot, and you ought to know the reason why I cannot."
I had pronounced these words with downcast eyes. I was a child, with the timidity and happy ignorance of a child. But the action of that unfortunate man had struck me with such a horror that I could not entertain the idea of visiting him any more.
He spent two or three minutes without saying a word, and without moving. But I heard his sobs and his cries, and his cries were those of despair and anguish, the like of which I have never heard since.
I could not contain myself any longer, I was suffocating with suppressed emotion, and I would have fallen insensible to the ground if two streams of tears had not burst from my eyes. Those tears did me good -- they did him good also -- they told him that I was still his friend.
He took me in his arms and pressed me to his bosom -- his tears were mixed with mine. But I could not speak -- the emotions of my heart were too much for my age. I sat on a damp and cold stone in order not to faint. He fell on his knees by my side.
Ah! if I were a painter I would make a most striking tableau of that scene. His eyes, swollen and red with weeping, were raised to heaven, his hand lifted up in the attitude of supplication: he was crying out with an accent which seemed as though it would break my heart --
"Mon Dieu! Mon Dieu! que je suis malheureux!"
Mio Dio! Mio Dio! what a wretched man am I!
* * * * * * * * * * * * * * * * *
The twenty-five years that I have been a priest of Rome, have revealed to me the fact that the cries of desolation I heard that day, were but the echo of the cries of desolation which go out from almost every nunnery, every parsonage and every house where human beings are bound by the ties of Romish Celibacy.
God knows that I am a faithful witness of what my eyes have seen and my ears have heard, when I say to the multitudes which the Church of Rome has bewitched with her enchantments: Wherever there are nuns, monks and priests who live in forced violation of the ways which God had appointed for man to walk in, there are torrents of tears, there are desolated hearts, there are cries of anguish and despair which say in the words of brother Mark: 50year01.htm
"Oh! que je suis malheureux!"
Oh! how miserable and wretched I am!
Torna all'indice Prossimo capitolo

[b]
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
 
CiINQUANT’ANNI NELLA CHIESA DI ROMA DI CHARLES CHINIQUY
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Popeye (Braccio di Ferro) di Segar
» Una Chiesa per gli Atei? A quanto pare è possibile
» Biglietti di compleanno
» Primo elfetto nella noce portafortuna
» Regia Nave Roma

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
ULTIMI TEMPI :: CHARLES CHINIQUY-
Andare verso: